Chaaria è un sogno da realizzare giorno per giorno.

Un luogo in cui vorrei che tutti i poveri e gli ammalati venissero accolti e curati.

Vorrei poter fare di più per questa gente, che non ha nulla e soffre per malattie facilmente curabili, se solo ci fossero i mezzi.

Vorrei smetterla di dire “vai altrove, perché non possiamo curarti”.

Anche perché andare altrove, qui, vuol dire aggiungere altra fatica, altro sudore, altro dolore, per uomini, donne e bambini che hanno già camminato per giorni interi.

E poi, andare dove?

Gli ospedali pubblici hanno poche medicine, quelli privati sono troppo costosi.

Ecco perché penso, ostinatamente, che il nostro ospedale sia un segno di speranza per questa gente. Non ci sarà tutto, ma facciamo il possibile. Anzi, l’impossibile.

Quello che mi muove, che ci muove, è la carità verso l’altro, verso tutti. Nessuno escluso.

Gesù ci ha detto di essere presenti nel più piccolo e nel più diseredato.

Questo è quello che facciamo, ogni giorno.


Fratel Beppe Gaido


martedì 5 aprile 2011

I lavori procedono a ritmo incalzante

Finora per la sala siamo andati in profondita' ed abbiamo scavato, cercando di dare solide fondamenta.
Ora, dopo la pavimentazione in cemento, stanno crescendo i muri al ritmo di due o tre strati di pietre al giorno.
Se Dio ci assiste, speriamo di arrivare al tetto per agosto.
Certo, i lavori di rifinitura (porte, finestre), piastrelle o linoleum, attrezzatura interna, ecc... ci richiederanno ancora grande sforzo e notevole attenzione (oltre che molti soldi), ma siamo fiduciosi nell'aiuto costante della Provvidenza e di tanti amici che ne sono strumenti.
Ringraziamo nuovamente i Superiori della Piccola Casa, l'Associazione Volontari Mission Cottolengo e tutti coloro che hanno contribuito e contribuiranno economicamente a questo progetto entusiasmante.
Personalmente esprimo un ringraziamento speciale a Fr Giancarlo per il lavoro incredibile di coordinamento portato avanti ogni giorno, e per la dedizione sempre dimostrata nella realizzazione della costruzione, che ha in lui un punto di riferimento sicuro.

Fr Beppe


Nessun commento:

Guarda il video....