Chaaria è un sogno da realizzare giorno per giorno.

Un luogo in cui vorrei che tutti i poveri e gli ammalati venissero accolti e curati.

Vorrei poter fare di più per questa gente, che non ha nulla e soffre per malattie facilmente curabili, se solo ci fossero i mezzi.

Vorrei smetterla di dire “vai altrove, perché non possiamo curarti”.

Anche perché andare altrove, qui, vuol dire aggiungere altra fatica, altro sudore, altro dolore, per uomini, donne e bambini che hanno già camminato per giorni interi.

E poi, andare dove?

Gli ospedali pubblici hanno poche medicine, quelli privati sono troppo costosi.

Ecco perché penso, ostinatamente, che il nostro ospedale sia un segno di speranza per questa gente. Non ci sarà tutto, ma facciamo il possibile. Anzi, l’impossibile.

Quello che mi muove, che ci muove, è la carità verso l’altro, verso tutti. Nessuno escluso.

Gesù ci ha detto di essere presenti nel più piccolo e nel più diseredato.

Questo è quello che facciamo, ogni giorno.


Fratel Beppe Gaido


mercoledì 1 maggio 2013

Il nuovo generatore



E' un dono preziosissimo che ci raggiunge proprio il giorno di San Giuseppe Cottolengo, un dono di cui sentiamo un bisogno estremo data la grave crisi energetica che stiamo attraversando.
Il generatore e' stato acquistato con le offerte giunteci dalla Associazione Volontari Mission Cottolengo e dagli amici di Marialuisa Ferrando.


 
Li ringraziamo di vero cuore e promettiamo la nostra riconoscente preghiera.
Il generatore dovrebbe pian piano sostituire il vecchio gruppo autogeno che ci sostiene dal 1999 e che ora e' praticamente alla fine, e dovrebbe affiancare come "back up" il grande generatore regalatoci dalla Associazione Volontari Sardi di Cagliari.
Oggi lo abbiamo installato nella stessa costruzione in cui si trova il grande generatore, ed entro alcuni giorni dovrebbe essere anche connesso e funzionante.
La nuova macchina ci da' un po' di sollievo anche in momenti come questo in cui scrivo al rombo del grande generatore perche' nuovamente  non abbiamo elettricita'.


Fr Beppe

Nessun commento:

Guarda il video....