Chaaria è un sogno da realizzare giorno per giorno.

Un luogo in cui vorrei che tutti i poveri e gli ammalati venissero accolti e curati.

Vorrei poter fare di più per questa gente, che non ha nulla e soffre per malattie facilmente curabili, se solo ci fossero i mezzi.

Vorrei smetterla di dire “vai altrove, perché non possiamo curarti”.

Anche perché andare altrove, qui, vuol dire aggiungere altra fatica, altro sudore, altro dolore, per uomini, donne e bambini che hanno già camminato per giorni interi.

E poi, andare dove?

Gli ospedali pubblici hanno poche medicine, quelli privati sono troppo costosi.

Ecco perché penso, ostinatamente, che il nostro ospedale sia un segno di speranza per questa gente. Non ci sarà tutto, ma facciamo il possibile. Anzi, l’impossibile.

Quello che mi muove, che ci muove, è la carità verso l’altro, verso tutti. Nessuno escluso.

Gesù ci ha detto di essere presenti nel più piccolo e nel più diseredato.

Questo è quello che facciamo, ogni giorno.


Fratel Beppe Gaido


martedì 5 aprile 2011

Le ultime parole di David a Sr Cecilia

Solo oggi Sr Cecilia ha avuto la forza di comunicarmele, e mi hanno profondamente commosso.
Io ero in Sudan, e David lo sapeva. Ancora ora mi sento un po’ in colpa per averlo lasciato solo negli ultimi momenti.
Poco prima di entrare in quel coma che lo avrebbe protetto dal dolore nel suo ultimo viaggio verso l’aldila’, David ha sussurrato a sua sorella:
“Di’ a Beppe che sono andato... ci sono piu’ di cinquecento scalini da salire. Me ne mancano solo piu’ due”.
Mi sento un nodo alla gola quando ci penso.
Vedendo tanta gente morire, ho sempre avuto l’impressione che ci siano negli ultimi istanti degli sprazzi di lucidita’ e dei doni di comprensione che sono a noi negati... fin forse al momento in cui raggiungeremo anche noi quella situazione.
Le parole di David mi confermano che lui sapeva di star per morire, ed aveva anche tanta fiducia di andare direttamente in Paradiso.
La’ lo pensiamo, e gli chiediamo di pregare per noi.

Fr Beppe Gaido

Nessun commento:

Guarda il video....