Chaaria è un sogno da realizzare giorno per giorno.

Un luogo in cui vorrei che tutti i poveri e gli ammalati venissero accolti e curati.

Vorrei poter fare di più per questa gente, che non ha nulla e soffre per malattie facilmente curabili, se solo ci fossero i mezzi.

Vorrei smetterla di dire “vai altrove, perché non possiamo curarti”.

Anche perché andare altrove, qui, vuol dire aggiungere altra fatica, altro sudore, altro dolore, per uomini, donne e bambini che hanno già camminato per giorni interi.

E poi, andare dove?

Gli ospedali pubblici hanno poche medicine, quelli privati sono troppo costosi.

Ecco perché penso, ostinatamente, che il nostro ospedale sia un segno di speranza per questa gente. Non ci sarà tutto, ma facciamo il possibile. Anzi, l’impossibile.

Quello che mi muove, che ci muove, è la carità verso l’altro, verso tutti. Nessuno escluso.

Gesù ci ha detto di essere presenti nel più piccolo e nel più diseredato.

Questo è quello che facciamo, ogni giorno.


Fratel Beppe Gaido


giovedì 19 maggio 2011

Giornata prostatica

Ho sempre pensato che sia l’offerta che crea la domanda, e sono sempre stato convinto che il TAM TAM africano abbia in se’ qualcosa di magico, nel modo in cui le notizie girano e si diffondono rapidissimamente.
Fatto sta che la presenza di Pietro e’ stata come il miele per le api: abbiamo fatto una quantita’ industriale di prostatectomie, e tutte fortunatamente sono andate bene.
Poi, per la solita legge di Murphy, oggi che e’ l’ultimo giorno per il Dr Rolandi, abbiamo avuto richiesta insistente di fare ancora tre pazienti.
Oggi quindi siamo in sala per un bel po’ di altre operazioni, ma in mezzo ci mettiamo anche tre prostatectomie.
Con la velocita’ e la bravura di Pietro, cio’ non costituisce un enorme problema... certo il post-operatorio sara’ per me molto duro, in quanto lui domattina alle 5 rientra in Italia, ed io mi trovero’ in reparto con quattro lavaggi continui da gestire.
La cosa e’ problematica soprattutto di notte... ma c’e’ sempre VARDA GIO’  che ci mettera’ del suo e mi dara’ una mano.

Fr Beppe Gaido



Nessun commento:

Guarda il video....