Chaaria è un sogno da realizzare giorno per giorno.

Un luogo in cui vorrei che tutti i poveri e gli ammalati venissero accolti e curati.

Vorrei poter fare di più per questa gente, che non ha nulla e soffre per malattie facilmente curabili, se solo ci fossero i mezzi.

Vorrei smetterla di dire “vai altrove, perché non possiamo curarti”.

Anche perché andare altrove, qui, vuol dire aggiungere altra fatica, altro sudore, altro dolore, per uomini, donne e bambini che hanno già camminato per giorni interi.

E poi, andare dove?

Gli ospedali pubblici hanno poche medicine, quelli privati sono troppo costosi.

Ecco perché penso, ostinatamente, che il nostro ospedale sia un segno di speranza per questa gente. Non ci sarà tutto, ma facciamo il possibile. Anzi, l’impossibile.

Quello che mi muove, che ci muove, è la carità verso l’altro, verso tutti. Nessuno escluso.

Gesù ci ha detto di essere presenti nel più piccolo e nel più diseredato.

Questo è quello che facciamo, ogni giorno.


Fratel Beppe Gaido


sabato 6 aprile 2013

Nuovi assi economici


I turisti cinesi sono oggi coloro che spendono di piu’ in viaggi all’estero.
Lo dicono le Nazioni Unite, secondo cui nel 2012 i turisti cinesi hanno speso 102 miliardi di dollari in viaggi all’estero.
I turisti cinesi all’estero erano circa 10 milioni nel 2000, menre sono stati 83 milioni nel 2012.
La quantita’ di soldi spesi dai turisti cinesi e’ aumentata del 43% tra il 2011 ed il 2012.
Sin dal 2005 la Cina ha superato nelle spese per turismo all’estero Nazioni come Germania, USA, Italia, Giappone, Francia e Regno Unito.
Altri Paesi emergenti nel campo del turismo sono Russia e Brasile: nel 2012 la Russia ha speso nel turismo all’estero  43 miliardi di dollari (un incremento del 32% rispetto all’anno precedente)  mentre il Brasile ha speso 22 miliardi di dollari, passando dal ventinovesimo posto nel 2005 al dodicesimo nel 2012.

Anche in Kenya quindi le nazionalita’ dei turisti stanno cambiando molto, soprattutto sulla costa. Le due foto si riferiscono al mare di Mombasa.

Fr Beppe

(Fonte: Saturday Nation, 6th April 2013)


Nessun commento:

Guarda il video....