Chaaria è un sogno da realizzare giorno per giorno.

Un luogo in cui vorrei che tutti i poveri e gli ammalati venissero accolti e curati.

Vorrei poter fare di più per questa gente, che non ha nulla e soffre per malattie facilmente curabili, se solo ci fossero i mezzi.

Vorrei smetterla di dire “vai altrove, perché non possiamo curarti”.

Anche perché andare altrove, qui, vuol dire aggiungere altra fatica, altro sudore, altro dolore, per uomini, donne e bambini che hanno già camminato per giorni interi.

E poi, andare dove?

Gli ospedali pubblici hanno poche medicine, quelli privati sono troppo costosi.

Ecco perché penso, ostinatamente, che il nostro ospedale sia un segno di speranza per questa gente. Non ci sarà tutto, ma facciamo il possibile. Anzi, l’impossibile.

Quello che mi muove, che ci muove, è la carità verso l’altro, verso tutti. Nessuno escluso.

Gesù ci ha detto di essere presenti nel più piccolo e nel più diseredato.

Questo è quello che facciamo, ogni giorno.


Fratel Beppe Gaido


martedì 12 agosto 2014

Il funerale di un Santo

E’ stato un momento di grande commozione per tutti.

Fr Lodovico ha ricevuto il tributo di un numero grandissimo di persone: sarebbero sicuramente state molte di più se non si fosse trattato di un giorno feriale e lavorativo!
E’ venuto il Vescovo Salesius Mugambi, appena tornato da un viaggio all’estero, ed ha presieduto la celebrazione. C’era il vicario generale della Diocesi Father Basilio, l’amministratore generale della stessa, Father Mbiko; e poi moltissimi preti diocesani e suore di altre congregazioni.
I sacerdoti cottolenghini c’erano tutti, a parte Father Bernard che è rimasto a Nairobi per la Messa al Centro di Langata. Erano presenti i seminaristi cottolenghini. Commovente vedere sia Don Giusto che Don Fiorenzo, che per tanti anni hanno collaborato con Fr Lodovico a Tuuru! Anche le suore cottolenghine erano moltissime, e mi piace ricordare la presenza in persona della Delegata Sr Francesca Moiana, oltre che di molte sorelle keniane della prima ora che hanno vissuto a fianco di Fr Lodovico a Tuuru.
I Fratelli di Chaaria erano tutti presenti e commossi: mancava solo Fr Albert, trattenuto a Nairobi da improrogabili impegni scolastici.




Poi c’era tanta gente di Chaaria: persone semplici che vogliono bene a Fr Lodovico perchè da lui sono stati curati ed aiutati tante volte nel passato.
Mi ha commosso vedere ex dipendenti, ed anche Richard Kamitha, nostro ex confratello, che ha voluto testimoniare con la presenza la sua devozione filiale a Fr Lodovico.
La celebrazione è stata mlto semplice, secondo le intenzioni del defunto.
Abbiamo accompagnato il nostro confratello al cimitero, e lo abbiamo sepolto nella nuda terra, al fianco di Fr Giovanni Bosco, proprio come egli stesso aveva richiesto.
Per noi è stato un momento molto toccante. Abbiamo pianto per il distacco, ma siamo contenti di sapere che ora abbiamo un santo in più in cielo che prega per noi.
Durante la celebrazione abbiamo anche annunciato che il vecchio dispensario dell'ospedale, dove Fr Lodovico ha iniziato la sua missione sanitaria a Chaaria e dove ha anche dormito e vissuto per un buon periodo di tempo, sarà a lui dedicato e si chiamerà: "Brother Lodovico Block"

Fr Beppe a nome dei Fratelli e delle Suore di Chaaria



THE BURIAL OF A SAINT

We wish to thank our Lodship Bishop Salesius Mugambi, all the priests of the diocese of Meru, all the sisters of other congregations. We express our heartfelt gratitude to the Cottolengo priests and sisters and to all the Christians who have graced us with their presence during the farewell for our Brother Lodovico.
May he rest in peace.

Bro Beppe Gaido

Nessun commento:

Guarda il video....