Chaaria è un sogno da realizzare giorno per giorno.

Un luogo in cui vorrei che tutti i poveri e gli ammalati venissero accolti e curati.

Vorrei poter fare di più per questa gente, che non ha nulla e soffre per malattie facilmente curabili, se solo ci fossero i mezzi.

Vorrei smetterla di dire “vai altrove, perché non possiamo curarti”.

Anche perché andare altrove, qui, vuol dire aggiungere altra fatica, altro sudore, altro dolore, per uomini, donne e bambini che hanno già camminato per giorni interi.

E poi, andare dove?

Gli ospedali pubblici hanno poche medicine, quelli privati sono troppo costosi.

Ecco perché penso, ostinatamente, che il nostro ospedale sia un segno di speranza per questa gente. Non ci sarà tutto, ma facciamo il possibile. Anzi, l’impossibile.

Quello che mi muove, che ci muove, è la carità verso l’altro, verso tutti. Nessuno escluso.

Gesù ci ha detto di essere presenti nel più piccolo e nel più diseredato.

Questo è quello che facciamo, ogni giorno.


Fratel Beppe Gaido


mercoledì 16 settembre 2015

All'Ordine dei medici

Anche questa sera è stato affidato al Chaaria Mission Hospital il compito di tenere la Lezione Magistrale presso la Kenya Medical Association, Meru Division.
Ho offerto una presentazione ampia ed aggiornata sul carcinoma della mammella, partendo dall'anatomia, per arrivare all'epidemiologia, alla clinica, alla diagnostica ed alla terapia.
L'uditorio era numeroso e particolarmente attento: un'ora e quindici minuti di lezione serrata, a cui è seguito un dibattito positivo e costruttivo di almeno mezz'ora.
Per me è stato un onore essere nuovamente il docente prescelto, anche se la fatica della preparazione è stata tanta, soprattutto considerando che me lo hanno chiesto ieri, ed oggi è stata una giornata estremamente pesante in sala operatoria con pochissimo tempo per studiare.
Sono stato comunque lucido ed esaustivo, e non mi sono lasciato prendere nè dell'emozione, nè da timori reverenziali.
Come docente, stasera ho guadagnato punti ECM importanti nella formazione permanente obbligatoria per i medici anche qui in Kenya.

Fr Beppe


Nessun commento:

Guarda il video....