Chaaria è un sogno da realizzare giorno per giorno.

Un luogo in cui vorrei che tutti i poveri e gli ammalati venissero accolti e curati.

Vorrei poter fare di più per questa gente, che non ha nulla e soffre per malattie facilmente curabili, se solo ci fossero i mezzi.

Vorrei smetterla di dire “vai altrove, perché non possiamo curarti”.

Anche perché andare altrove, qui, vuol dire aggiungere altra fatica, altro sudore, altro dolore, per uomini, donne e bambini che hanno già camminato per giorni interi.

E poi, andare dove?

Gli ospedali pubblici hanno poche medicine, quelli privati sono troppo costosi.

Ecco perché penso, ostinatamente, che il nostro ospedale sia un segno di speranza per questa gente. Non ci sarà tutto, ma facciamo il possibile. Anzi, l’impossibile.

Quello che mi muove, che ci muove, è la carità verso l’altro, verso tutti. Nessuno escluso.

Gesù ci ha detto di essere presenti nel più piccolo e nel più diseredato.

Questo è quello che facciamo, ogni giorno.


Fratel Beppe Gaido


martedì 7 giugno 2011

Brucellosi a Chaaria

Cocco G- intracellulare che si localizza negli organi riproduttivi degli animali. Si trova in urine, latte,liquido placentare, altri fluidi. Ci si infetta per ingestione di animali infetti o prodotti animali, tramite lesioni cutanee o muccose, o per inalazione. Sembra possibile un’infezione neonatale da parto e forse una trasmissione per via sessuale
Molto sensibile ai comuni disinfettanti, con autoclave,calore secco (1 h 170°), bollitura ALMENO 10'.
Sopravvivono fino amesi nel burro, poco nella carne ma anche anni nella carne congelata.
Il batterio può invadere cellule fagocitarie e non, evitando così il sistema immunitario dello’ospiteàmalattia sistemica e proteiforme
Incubazione: da 5 gg a 3 mesi

SINTOMI

Spesso simil-influenzali.
A volte i sintomi possono scomparire per settimane o mesi e poi ricomparire; a volte si possono cronicizzare.
L’esordio può essere INSIDIOSO o REPENTINO
FEBBRE INTERMITTENTE  (nella stessa giornata iperpiressia fino a 40° nel pomeriggio, alternata ad apiressia ) o ONDULANTE (progressivo aumento della temp, seguito da progressiva diminuizione nell’arco di alcuni gg, poi apiressia e ripetersi del ciclo)
BRADICARDIA RELATIVA (FC non adeguata alla temp corporea)
BRIVIDI
SINTOMI SISTEMICI: anoressia,astenia,debolezza
DOLORI OSSEI ED ARTICOLARI: artragie, dolori alle logge lombari, gonfiore alle articolazioni
SINTOMI NEUROPSCICHIATRICI: cefalea, depressione (fino al suicidio)
SINTOMI NEUROLOGICI: ritenzione urinaria, andatura instabile
SINTOMI GASTROINTESTINALI: dolore addominale, stipsi, diarrea, vomito
TOSSE, DISPNEA

COMPLICAZIONI

Artriti, spondilti, epididimo-orchiti,meningiti, uveiti, endocarditi, nefriti, vasculiti, linfoadenopatie, TVP,epatiti (fino a cirrosi), colecistiti, pancitopenia, ascessi, interessamento del SNC

SEGNI

Epatosplenomegalia
Interessamento osteo-articolare
Segni neurologici da Meninegoencefalite (diminuito livello di coscienza, irritabilità meningea, interessamento Nervi cranici, coma, depressione respiratoria)                                           
Poliradiculoneuropatia (ipotonia, ariflessia, paraparesi)                      
Interessamento SNC (Spasticità, iperiflessia, Babinski, segni cerebellari)

                                                                 ESAMI DI LABORATORIO

Leucopenia con linfocitosi relativa, a volte pancitopenia
Innalzamento degli enzimi epatici
Isolamento da sangue periferico o tessuti: smocolture (specificare che la ricerca deve protrarsi per 3-4 Settimane)
Colture midollo osseo (alta concentrazione nelle cell del sistema reticolo-endoteliale)
Su liquido pleurico, sinoviale, LCR
LCR: nella neurobrucellosi  Proteine aumentate Glucosio nn
Lieve pleocitosi linfocitica

Sierologia

titolo > 1:160 : altamente suggestivo in presenza di segni clinici
titolo > 1:320:  più significativo, specie in aree endemiche
Molto più dirimente: SIEROCONVERSIONE ed AUMENTO del titolo
Test più complessi: ELISA, PCR

Rx Torace nn (eccetto reperti tipo versamento pleurico o ingrandimento dei lfn paratracheali)
Osteoarticolare (aspettare 2-3 settimane dopo l’inizio dei sintomi)

TERAPIA

ALTA PERCENTUALE DI RICADUTE CON LA MONOTERAPIA

Dunque:
A) doxiciclina 100 mg X os BD    (per 6 settimane)
rifampicina 600-900 mg X os OD   (per 6 settimane)

Oppure B)
Doxiciclina 100 mg per os BD per 6 settimane  +
Streptomicina 1g/die IM per 3 settimane

Oppure C)
Doxiciclina 100 mg per os BD per 6 settimane  +
Gentamicina  160 mg OD im per 3 settimane

Oppure D)
Sostituire alla doxiciclina la ciprofloxacina (500 mg BD per 6 settimane)

Lo schema B sembra più efficace nel prevenire le recidive
           
CASI PARTICOLARI: 
bambini <8 aa> Rifampicina + Trimetoprim Sulfametossazolo (TMP-SMX) per 6 settimane


Gravideà: Rifampicina da sola o associata a TMP-SMX (960 mg BD per 6 settimane)
ATTENZIONE: l’uso di TMP-SMX a fine gravidanza è associato ad aumentata incidenza di kernicterus (ittero neonatale con interessamento dei nn della base)
Spondiliteà doxiciclina + rifampicina + gentamicina per 2-3 settimane (dosi come da schema A e C)                                 
Poi: rifampicina + doxiciclina 6 settimane   (come da schema A)
Meningiteà: doxiciclina + rifampicina + TMP-SMX (dose e durata secondo schemi sopra riportati) +  eventualmente cortisone (dexamethazone 4 mg TDS per 5 giorni, scalando poi lentamente nel giro di un’altra settimana).
Endocarditeà: aminoglicosidi (per esempio gentamicina alla dose sopra indicata) + rifampicina 900 mg OD + doxiciclina  100 g BD+ Bactrim 960 mg BD per 4 settimane, seguite da 8-12 settimane di almeno 2-3 agenti attivi, senza più aminoglicosidi (valutare CCH).
                                                 

Marialuisa Ferrando e Fr Beppe Gaido

Nessun commento:

Guarda il video....