Chaaria è un sogno da realizzare giorno per giorno.

Un luogo in cui vorrei che tutti i poveri e gli ammalati venissero accolti e curati.

Vorrei poter fare di più per questa gente, che non ha nulla e soffre per malattie facilmente curabili, se solo ci fossero i mezzi.

Vorrei smetterla di dire “vai altrove, perché non possiamo curarti”.

Anche perché andare altrove, qui, vuol dire aggiungere altra fatica, altro sudore, altro dolore, per uomini, donne e bambini che hanno già camminato per giorni interi.

E poi, andare dove?

Gli ospedali pubblici hanno poche medicine, quelli privati sono troppo costosi.

Ecco perché penso, ostinatamente, che il nostro ospedale sia un segno di speranza per questa gente. Non ci sarà tutto, ma facciamo il possibile. Anzi, l’impossibile.

Quello che mi muove, che ci muove, è la carità verso l’altro, verso tutti. Nessuno escluso.

Gesù ci ha detto di essere presenti nel più piccolo e nel più diseredato.

Questo è quello che facciamo, ogni giorno.


Fratel Beppe Gaido


giovedì 8 settembre 2011

Auguri ad Eleonora e Niels

Carissimi Eleonora e Niels,
queste poche parole vi giungono dal cuoredel Kenya, dove oggi, giorno del vostro matrimonio, tantissime persone preganoper voi, ringraziano Dio per la vostra generosita' e vi assicurano la lorosincera riconoscenza.
Nel giorno piu' bello della vostra vita,voi vi siete ricordati di chi e' piu' povero e meno fortunato di voi... equesto e' veramente grande.
E' un atto di puro altruismo... e, se Gesu' nel Vangelo ci dice che neppure un bicchiere d'acqua dato per amore sara' dimenticato,voi certo avrete una grande ricompensa per il vostro dono di oggi.
Vi auguriamo felicita', fedelta' ebenedizioni del Signore per tutta la vostra vita che speriamo lunghissima eserena.
Da parte nostra promettiamo di usare lavostra offerta per i piu' poveri e con la massima trasparenza ed onesta'.

Fr Beppe Gaido, da Chaaria, Kenya


Nessun commento:

Guarda il video....