Chaaria è un sogno da realizzare giorno per giorno.

Un luogo in cui vorrei che tutti i poveri e gli ammalati venissero accolti e curati.

Vorrei poter fare di più per questa gente, che non ha nulla e soffre per malattie facilmente curabili, se solo ci fossero i mezzi.

Vorrei smetterla di dire “vai altrove, perché non possiamo curarti”.

Anche perché andare altrove, qui, vuol dire aggiungere altra fatica, altro sudore, altro dolore, per uomini, donne e bambini che hanno già camminato per giorni interi.

E poi, andare dove?

Gli ospedali pubblici hanno poche medicine, quelli privati sono troppo costosi.

Ecco perché penso, ostinatamente, che il nostro ospedale sia un segno di speranza per questa gente. Non ci sarà tutto, ma facciamo il possibile. Anzi, l’impossibile.

Quello che mi muove, che ci muove, è la carità verso l’altro, verso tutti. Nessuno escluso.

Gesù ci ha detto di essere presenti nel più piccolo e nel più diseredato.

Questo è quello che facciamo, ogni giorno.


Fratel Beppe Gaido


mercoledì 10 ottobre 2012

Congratulazioni

Porgiamo le felicitazioni piu’ sincere alla nostra Faith Karimi, impiegata nella cassa dell’ospedale, per la nascita della figlioletta secondogenita.
Il primo figlio era un maschietto, e quindi ora Faith ha la coppia.
Anche stavolta e’ stato un taglio cesareo come gia’ tre anni fa, ed anche stavolta Faith si e’ fidata di noi ed ha voluto farsi operare a Chaaria.
E’ andato tutto bene, e sia mamma che neonata stanno benissimo.
Questo cesareo su un membro del nostro staff e’ stato per noi un colpo di coda ed un invito a non scoraggiarci ed a guardare al positivo sempre.
Faith inizia ora la sua licenza di maternita’ e sara’ via dal lavoro per circa due mesi.
Fr Beppe Gaido

Nessun commento:

Guarda il video....