Chaaria è un sogno da realizzare giorno per giorno.

Un luogo in cui vorrei che tutti i poveri e gli ammalati venissero accolti e curati.

Vorrei poter fare di più per questa gente, che non ha nulla e soffre per malattie facilmente curabili, se solo ci fossero i mezzi.

Vorrei smetterla di dire “vai altrove, perché non possiamo curarti”.

Anche perché andare altrove, qui, vuol dire aggiungere altra fatica, altro sudore, altro dolore, per uomini, donne e bambini che hanno già camminato per giorni interi.

E poi, andare dove?

Gli ospedali pubblici hanno poche medicine, quelli privati sono troppo costosi.

Ecco perché penso, ostinatamente, che il nostro ospedale sia un segno di speranza per questa gente. Non ci sarà tutto, ma facciamo il possibile. Anzi, l’impossibile.

Quello che mi muove, che ci muove, è la carità verso l’altro, verso tutti. Nessuno escluso.

Gesù ci ha detto di essere presenti nel più piccolo e nel più diseredato.

Questo è quello che facciamo, ogni giorno.


Fratel Beppe Gaido


venerdì 26 ottobre 2012

Turn over nel reparto orfanelli

Ieri abbiamo accolto una nuova bimba tra i nostri orfanelli. Anche lei ci e’ stata accompagnata da Sr Anselmina di Nkabune. Si chiama Eva Kendi. Ha circa un mese e mezzo. La sua mamma e’ morta per cause sconosciute dopo una malattia di tre giorni a casa sua. Proviene da un villaggio vicino a Nkubu. Ha un papa’ molto giovane che per adesso non puo’ prendersene cura. 


Considerando il fatto che il nostro repartino per gli orfani e’ molto congestionato (ne abbiamo sei al momento), la Suora ha deciso che Denis era grande abbastanza e che quindi se lo sarebbe potuto prendere a Nkabune.
E’ avvenuto quindi il cambio: Eva entra a far parte della nostra famiglia, mentre Denis ci saluta e va a conoscere altri 86 fratellini all’orfanotrofio di Nkabune.
Piu’ passano i giorni e piu’ si assottigliano invece le speranze di trovare la mamma del bimbo handicappato abbandonato nella sala di aspetto: la polizia infatti brancola un po’ nel buio.
Fr Beppe



Nessun commento:

Guarda il video....