Chaaria è un sogno da realizzare giorno per giorno.

Un luogo in cui vorrei che tutti i poveri e gli ammalati venissero accolti e curati.

Vorrei poter fare di più per questa gente, che non ha nulla e soffre per malattie facilmente curabili, se solo ci fossero i mezzi.

Vorrei smetterla di dire “vai altrove, perché non possiamo curarti”.

Anche perché andare altrove, qui, vuol dire aggiungere altra fatica, altro sudore, altro dolore, per uomini, donne e bambini che hanno già camminato per giorni interi.

E poi, andare dove?

Gli ospedali pubblici hanno poche medicine, quelli privati sono troppo costosi.

Ecco perché penso, ostinatamente, che il nostro ospedale sia un segno di speranza per questa gente. Non ci sarà tutto, ma facciamo il possibile. Anzi, l’impossibile.

Quello che mi muove, che ci muove, è la carità verso l’altro, verso tutti. Nessuno escluso.

Gesù ci ha detto di essere presenti nel più piccolo e nel più diseredato.

Questo è quello che facciamo, ogni giorno.


Fratel Beppe Gaido


martedì 11 marzo 2014

Volontariato anche calcistico


Paolo presta il suo servizio presso i nostri "Buoni Figli", ma nel cuore ha una forte passione per il calcio. 
Ecco perchè è venuto dall'Italia con tante magliette, calzoncini e calzettoni, insieme ad una voglia incredibile di organizzare un torneo di calcio per i giovani di Chaaria.
Paolo è stato caparbio e ci è riuscito, nonostante qualche difficoltà linguistica.
C'è già stata una prima partita con le divise ufficiali fornite da Paolo e con il nuovo pallone. Gli spettatori non erano molti, ma il tifo era caldissimo ed appassionato.
Paolo è interessato a conoscere i talenti calcistici tra i nostri adolescenti e non esclude neppure la possibilità di portare i più dotati in Italia.
Diciamo che Paolo è un sognatore, ma crediamo che quello che ha fatto per i giovani di Chaaria sia molto bello. Sicuramente si ricorderanno di lui per molto tempo, sia indossando le magliette che calciando il suo bel pallone di cuoio.
Di cuore ringraziamo Paolo per la bella iniziativa, per ora unica nel suo genere tra i volontari.



Fr Beppe




Nessun commento:

Guarda il video....