Chaaria è un sogno da realizzare giorno per giorno.

Un luogo in cui vorrei che tutti i poveri e gli ammalati venissero accolti e curati.

Vorrei poter fare di più per questa gente, che non ha nulla e soffre per malattie facilmente curabili, se solo ci fossero i mezzi.

Vorrei smetterla di dire “vai altrove, perché non possiamo curarti”.

Anche perché andare altrove, qui, vuol dire aggiungere altra fatica, altro sudore, altro dolore, per uomini, donne e bambini che hanno già camminato per giorni interi.

E poi, andare dove?

Gli ospedali pubblici hanno poche medicine, quelli privati sono troppo costosi.

Ecco perché penso, ostinatamente, che il nostro ospedale sia un segno di speranza per questa gente. Non ci sarà tutto, ma facciamo il possibile. Anzi, l’impossibile.

Quello che mi muove, che ci muove, è la carità verso l’altro, verso tutti. Nessuno escluso.

Gesù ci ha detto di essere presenti nel più piccolo e nel più diseredato.

Questo è quello che facciamo, ogni giorno.


Fratel Beppe Gaido


giovedì 23 luglio 2015

Progetti per Chaaria

Desideriamo dare qualche informazione riguardo ai nostri sogni ed ai lavori che stiamo portando avanti a Chaaria.

1) In questo momento sono in corso i lavori di ristrutturazione della Pediatria, che Fr Giancarlo sta seguendo con grande perizia e che potranno essere completati in tempi relativamente brevi.
I lavori della pediatria sono sponsorizzati dall'Associazione Volontari Mission Cottolengo di Torino, dalla Associazione For a Smile di Torino, dall'Ufficio Donazioni Cottolengo e da tanti altri benefattori.
Abbiamo per esempio appena ricevuto una donazione per l'acquisto dei nuovi letti per questo reparto.

2) Ricollocazione dei vecchi servizi igienici che si trovano tra la Pediatria ed il Reparto Generale.
Ci siamo resi conto infatti che la collocazione dei servizi, all'inizio assolutamente periferica, è ora venuta a trovarsi nel bel mezzo dell'ospedale, creando qualche difficoltà, soprattutto a causa della puzza.
I nuovi servizi igienici saranno costruiti dietro al reparto di Pediatria, mentre, dove ora si trovano i servizi igienici, sorgerà la cappella/moschea per i pazienti: la cappella è sempre stata un desiderio ed una richiesta di Fr Lodovico, ed ora che ne abbiamo l'occasione, vogliamo essere fedeli alla promessa che a lui avevamo fatto.
Il luogo di preghiera sarà aperto a tutti i nostri pazienti, molti dei quali sono musulmani: ecco la ragione di creare anche un angolo per la preghiera islamica.
Tale progetto viene pagato con le offerte di generosi benefattori.


 
3) Costruzione di un nuovo ambulatorio per HIV e TBC, e di un nuovo laboratorio centralizzato per l'ospedale.
Tale progetto verrà in parte sponsorizzato dalla Comunità di Sant'Egidio, ed in parte dalla Associazione Volontari Mission Cottolengo di Torino.
Non abbiamo ancora una data precisa per l'inizio dei lavori, perchè la raccolta
fondi è ancora in corso.
 
4) Ristrutturazione e rammodernamento del vecchio dispensario, dove attualmente si trovano gli ambulatori.
E' questa la parte più antica e più bisognosa di ripensamento e di ristrutturazione.
Anche per questo progetto non abbiamo una data precisa in quanto per ora la raccolta fondi è in corso.
 
5) Acquisto di un sistema centralizzato di preparazione, concentrazione e distribuzione dell'ossigeno nei vari dipartimenti dell'ospedale.
Tale progetto ci viene donato e sponsorizzato dal "Gruppo Volontari Sardi Karibu Africa di Cagliari" che sta raccogliendo fondi anche tramite la serata organizzata per oggi.

Questi sono i progetti più grandi che abbiamo sulla nostra tabella di marcia.
Molte altre piccole cose stanno andando avanti grazie alla generosità di tantissimi amici e sostenitori.
Noi siamo estremamente riconoscenti a tutti coloro che credono in noi e si fidano della nostra onestà e della nostra dedizione ai poveri ed ai sofferenti.

Rinnoviamo oggi il nostro impegno di essere fedeli ed onesti nell'usare i soldi che con tanta generosità a noi vengono affidati per il bene dei poveri.


Fr Beppe e Fr Giancarlo

Nessun commento:

Guarda il video....